BREVE DESCRIZIONE

L’addolcimento delle acque è un procedimento che serve a eliminare alcune sostanze disciolte nell’acqua, generalmente il magnesio e il calcio. Tale procedimento si realizza facendo passare l’acqua “dura”, quella che contiene gli ioni magnesio e gli ioni calcio, attraverso un depuratore nel quale si trovano delle resine speciali ricche di sodio.
In questa maniera si innesta una reazione chimica: le resine acquisiscono gli ioni calcio e magnesio attraverso gli ioni sodio, e restituiscono acqua pura.

Il progressivo assorbimento di ioni calcio e magnesio fa perdere alle resine la loro efficacia depurativa e rende necessaria una periodica eliminazione di tali ioni ed una ricarica con ioni sodio. Questo processo viene definito “rigenerazione” e consiste in più fasi di lavaggio delle resine con una soluzione di acqua e sale per l’addolcimento delle acque. Durante i lavaggi, le resine trattengono gli ioni sodio e liberano gli ioni calcio e magnesio che vengono eliminati con le acque di lavaggio.

L’utilizzo dell’acqua addolcita in questa maniera da diversi risultati positivi:

  • diminuisce i tempi di bollitura dell’acqua, sia nella cucina, sia nelle caldaie

  • protegge le caldaie, le lavabiancherie, le lavastoviglie dalle incrostazioni di calcare

  • rende gli indumenti lavati più puliti, morbidi e ne prolunga la vita
    diminuisce i tempi di lavaggio

  • permette il risparmio di shampoo, detergenti e saponi

  • rende i capelli più morbidi dopo il lavaggio

  • rende le stoviglie più luccicanti

mentre in campo industriale l’acqua addolcita è utilizzata per la concia delle pelli, per la colorazione dei tessuti e per il lavaggio commerciale.

P.IVA/C.F. 00151240884 | © Copyright 2016 | Powered by Formability